• HOME

  • AGGIORNAMENTI

Ricerca Aggiornamenti

algolia
Digitare il testo di ricerca e premere invio.

Aggiornamenti Pubblicazioni

Risoluzione del contratto di convivenza per accordo delle parti

Il contratto di convivenza – atto con il quale le coppie conviventi non sposate possono regolare i rapporti patrimoniali relativi alla vita in comune – può sciogliersi, secondo quanto disposto dall’art. 1, comma 59, L. n. 76 del 20 maggio 2016 (c.d. Legge Cirinnà), a seguito di: a) accordo delle parti conviventi; b) recesso unilaterale di un convivente; c) matrimonio o unione civile tra i conviventi o tra un convivente ed altra persona; d) morte del convivente. La legge impone per la validità dell’accordo di risoluzione ovvero dell'atto di recesso la forma dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata dal notaio o dall'avvocato. L’aggiornamento riporta un fac simile di atto di risoluzione del contratto di convivenza per accordo delle parti, redatto nella forma della scrittura privata.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Accertamenti fiscali e movimentazioni bancarie - Cass., n. 2386 del 29 gennaio 2019

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 2386 del 29 gennaio 2019, confermando un principio di diritto ormai consolidato nella giurisprudenza di legittimità, ha sancito la facoltà per l’Amministrazione finanziaria di utilizzare le risultanze delle indagini su conti correnti bancari intestati a soggetti terzi rispetto all’imprenditore, anche se legati da vincoli familiari o d’affari, esclusivamente nel caso in cui sussista la prova che l’intestazione a terzi sia fittizia o comunque che i movimenti risultanti su tali conti siano sostanzialmente imputabili ad attività non dichiarate del contribuente. L’aggiornamento riporta il testo integrale della sentenza della Suprema Corte n. 2386 del 29 gennaio 2019.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

La donazione al nascituro

L’art. 784 c.c. prevede facoltà di effettuare una donazione in favore di chi è soltanto concepito, ovvero dei figli di una determinata persona vivente al tempo della donazione, ancorché non ancora concepiti. La donazione, in generale, è valida solo se accettata dal donatario, ma nel caso specifico della donazione al nascituro – istituto oggetto di un attento dibattito anche nell’ambito del diritto di famiglia – non essendo il donatario ancora nato o soltanto concepito, è necessario indicare un soggetto che, al suo posto, prenderà questa decisione. In tal caso, l’accettazione può validamente provenire dai genitori del nascituro. L’aggiornamento riporta un fac simile di atto di donazione al nascituro, redatto nella forma dell’atto pubblico, avente ad oggetto un bene immobile.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

La condizione risolutiva meramente potestativa

La condizione meramente potestativa è quella condizione in virtù della quale la verificazione dell’evento dipende esclusivamente dalla mera volontà della parte contrattuale, volontà che, come più volte sostenuto dalla giurisprudenza di legittimità, è del tutto arbitraria e svincolata da qualsiasi razionale valutazione di opportunità. L’art. 1355 c.c. sanziona con la nullità quelle condizioni che subordinano l'alienazione di un diritto o l'assunzione di un obbligo alla condizione sospensiva della mera volontà dell'alienante o del debitore. Le condizioni meramente potestative si suddividono in: a) condizione meramente potestativa sospensiva, in virtù della quale l’evento dipende dalla mera volontà dell’alienante o del soggetto obbligato; b) condizione meramente potestativa risolutiva, per la quale la risoluzione del vincolo contrattuale dipende dalla volontà dell’alienante o del soggetto obbligato. L’aggiornamento riporta un fac simile di condizione meramente potestativa risolutiva, con la quale, nell’ambito di un contratto di compravendita, il venditore si riserva il diritto di riscattare il bene venduto, entro un determinato termine, previa restituzione del prezzo pagato.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Circolare Inps n. 11 del 29 gennaio 2019

In data 29 gennaio 2019, l’Inps ha emesso una circolare esplicativa contenente i chiarimenti sulle nuove disposizioni introdotte dal pacchetto previdenziale riportato nella riforma pensioni 2019 operata dal Decreto Legge n. 4 del 28 gennaio 2019 ed, in particolare, sulle novità concernenti la c.d. Quota 100, l'Opzione donna e la pensione anticipata. L'aggiornamento include il testo integrale della Circolare Inps n. 11 del 29 gennaio 2019.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf


VAI ALL'AGGIORNAMENTO

Aggiornamenti Pubblicazioni

Aggiornamenti al 22/02/2019
861

Come scaricare gli aggiornamenti

Oltre al libro forniamo sempre aggiornamenti e/o integrazioni per tenere aggiornato il professionista.

L'area aggiornamenti è una sezione del nostro portale dedicata ai nostri clienti che hanno comperato una nostra opera editoriale.

Gli aggiornamenti sono offerti gratuitamente ai nostri iscritti. Peranto, per poter scaricare i contenuti bisogna registrarsi con il codice di registrazione che viene fornito insieme all'opera all'interno del plico consegnato dal corriere.

Per visualizzare un esempio di una nostra "Lettera con Codice di Registrazione"...