L'atto di rettifica

La legge notarile all’art. 59-bis prevede che: “Il notaio ha facoltà di rettificare, fatti salvi i diritti dei terzi, un atto pubblico o una scrittura privata autenticata, contenente errori od omissioni materiali relativi a dati preesistenti alla sua redazione, provvedendovi, anche ai fini dell'esecuzione della pubblicità, mediante propria certificazione contenuta in atto pubblico da lui formato”. È giuridicamente noto che con la rettifica si vada a correggere un atto precedente. Al riguardo si consideri che l’art. 1430 c.c. dispone che l’errore di calcolo non dà luogo automaticamente ad annullamento ma alla sua rettifica e si tenga inoltre nel dovuto conto che l’art. 1432 c.c. dispone che la rettifica possa “di fatto” avvenire attraverso l’esecuzione del contratto in modo conforme alla volontà delle parti, escludendone in tal modo l’annullabilità. Di seguito si rende disponibile fac simile di rettifica di un atto di convalida di contratto di vendita annullabile mediante corrispettivo.

Questo aggiornamento è disponibile in formato MS Word e Portabile pdf

Opera a cui si riferisce questo aggiornamento

Gli aggiornamenti sono disponibili solo per i nostri clienti dopo aver effettuato la registrazione al nostro portale.

Per effettuare l'accesso Clicca qui

Non sei ancora registrato? Registrati

Download Aggiornamento

ALTRI 20 AGGIORNAMENTI DELLA STESSA OPERA...